salta la barra  Homepage  Collezioni  Collezioni librarie  Fondo Dino Fiorelli
Le collezioni librarie

Fondo Dino Fiorelli


Dino Fiorelli
Dino Fiorelli (Prato 1904 -1979)
I libri, le "carte" e altri oggetti appartenuti a Dino Fiorelli sono giunti alla Biblioteca Roncioniana in seguito ad atto testamentario nel 1979. Il fondo librario comprende circa 600 volumi di argomento storico e letterario.

Dino Fiorelli, nacque a Prato l’11 dicembre 1904 dove morì il 20 aprile 1979.
Giornalista, saggista, poeta, negli anni Venti pubblica i saggi "Della natura degli italiani e il dramma dell’intelligenza" (Roma, Sigfrido 1928)e "Borghesissimo: paradosso contro il mio tempo" (Torino, Edizioni del Baretti 1929). Nel biennio 1929-1930, con altri giovani intellettuali pratesi pubblicò tra Prato e Roma il periodico "Strabisenzio". Entrato molto presto nel PNF, ne uscì nell’ottobre 1924. Conosciuto per la verve di polemista dal 1934 al 1937 fu spedito al confino nell’isola di Ponza.
Dopo il periodo bellico riprese a pubblicare saggi e raccolte di versi tra le quali Elegie del tempo perduto (Prato, Cupolin degli Ori 1957) e Lasciatemi divertire ( Prato, Bechi 1972). Dal 1954 collaborò alla rivista "Archivio storico pratese" e dal 1956 alla rivista romana "Pensiero nazionale".
Tra i suoi contributi più interessanti sulla storia pratese è da ricordare il saggio "Fermenti popolari e classe dirigente a Prato dal 1896 all’armistizio del 1918", pubblicato nel 1964 sul n. 40 di "Archivio storico pratese" e poi ristampato in volume nel 1976.

*Su Dino Fiorelli cfr. “Scrittori pratesi del Novecento da Malaparte a Veronesi. Antologia”, a cura di E. Pellegrini e F. Gurrieri, Firenze, Polistampa, 2009, pp. 461-462.


© Copyright Biblioteca Roncioniana