salta la barra  Homepage  Collezioni  Collezioni librarie  Fondo Convento dei Carmelitani
Le collezioni librarie

Fondo Convento dei Carmelitani scalzi


Timbro
Timbro su un volume appartenuto alla biblioteca dei Carmelitani scalzi di Prato
Il fondo è costituito dai volumi appartenuti al Convento dei Carmelitani scalzi (detti anche "Teresiani") di Prato e donati dal Regio Governo alla Biblioteca Roncioniana negli anni Settanta dell'Ottocento.
Ai Carmelitani scalzi nel 1818 fu assegnato il Convento di San Francesco nel quale dal 1228 al 1808 avevano abitato i "Minori Conventuali".
I Carmelitani provenivano dal monastero di S. Maria della Pietà dove si erano a loro volta stabiliti a partire dal 1699.
Nell’inventario stilato all’atto della consegna sono elencati 50 volumi editi nel Cinquecento e ca. 1560 fra volumi e opuscoli, in edizioni in massima parte del Sei-Settecento. Sono inoltre elencati alcuni periodici dell’Ottocento rilegati in volume.
La biblioteca del Convento dei Carmelitani era costituita in prevalenza da opere di teologia, diritto canonico, catechismo, storia sacra, erano inoltre presenti vite di santi e beati, repertori, ma anche opere di autori classici latini e italiani.
La biblioteca ha probabilmente assimilato i resti della preesitente biblioteca dei Minori Conventuali.

* Sul fondo librario si veda: Biblioteca Roncioniana, Manoscritti roncioniani, n. 999, ins. 3b.
** Sulla storia dei Carmelitani scalzi a Prato: F. Puttini, "Da S. Maria della pietà a S. Francesco" (Carmelo toscano 1999)


© Copyright Biblioteca Roncioniana